L’ultima riga delle favole

L’ultima riga delle favole C’era una volta —e c’è ancora– un’anima curiosa che vagava per gli spazi infiniti senza trovare un amore dentro il quale tuffarsi. Stava andando alla deriva negli abissi di un mare di noia quando sentì pulsare qualcosa. Una Luce, fatta di musica. E rimase inebetita da tanta bellezza. Disse solo... Continua »

Vorrei essere abbracciato così

Vorrei essere abbracciato così Vorrei essere abbracciato così, come fosse l’ultima volta ogni volta. Senza che lo sia. Un abbraccio che più che ricordarmi l’attesa mi faccia scordare del tempo che passa. Massimo... Continua »

La tua società è condannata

La tua società è condannata Quando ti rendi conto che per produrre è necessario ottenere il consenso di coloro che non producono nulla; quando hai la prova che il denaro fluisce a coloro che non commerciano con merci, ma con favori; quando capisci che molti si arricchiscono con la corruzione e l’influenza, più che di... Continua »

Ho preso a calci tutto…

Ho preso a calci tutto… Ho preso a calci tutto: il vetro si è incrinato, il tessuto si è aperto nello strappo, il legno ha riportato l’ammacco, il destino è fuggito, il televisore è esploso, il cuore ha mancato un battito, fili di pioggia sono stati tagliati e il cielo è caduto. Ho preso a... Continua »